Legami di parentela

 

Entrando nei meandri della genealogia mi sono naturalmente imbattuto nei rapporti di parentela e in come questi vengono diversamente definiti nelle due lingue: Italiano e Inglese.

E’ curioso come la lingua Inglese sia molto più ricca nel dare un nome ad ogni relazione, anche quelle più lontane e non lascia spazio a cattive interpretazioni.

In giro su internet c’è molta confusione sul tema e soprattutto esistono diverse interpretazioni/traduzioni, io ho soltanto cercato di fare ordine.

 

Alcuni esempi.

 

Quello/a che in italiano si chiama “nipote” (di nonno, di zio o a volte anche il figlio di un cugino) in Inglese diventa:

grandson figlio del figlio/a (nipote maschio di nonno/a detto anche “abiatico”)
granddaughter figlia del figlio/a (nipote femmina di nonno/a detta anche “abiatica”)
grandchild figlio genererico del figli/a (nipote generico di nonno/a)
nephew figlio del fratello/sorella (nipote di zio/a)
niece figlia del fratello/sorella (nipote di zio/a)
first cousin once removed figlio/a del cugino (per estens.)

e i plurali:

grandsons figli maschi del figlio/a
granddaughters figlie femmine del figlio/a
granchildren figli (maschi e femmine) del figlio/a
nephews figli del fratello/sorella
nieces figlie del fratello/sorella

Quello/a che in italiano si chiama “pronipote” in Inglese diventa:

great grandson figlio del nipote (di nonno/a)
great granddaughter figlia del nipote (di nonno/a)
great granchild figlio genererico del nipote (di nonno/a)
great great grandson/daughter/child nipote del nipote (di nonno/a)
grandnephew figlio del nipote (di zio/a)
grandniece figlia del nipote (di zio/a)
great grandnephew/grandniece nipote (di nonno/a) del nipote (di zio/a)

...e così via.

E i plurali:

great grandsons figli maschi del nipote (di nonno/a)
great granddaughters figlie femmine del nipote (di nonno/a)
great granchildren figli (maschi e femmine) del nipote (di nonno/a)
great great grandchildren nipoti del nipote (di nonno/a)
grandnephews figli del nipote (di zio/a)
grandnieces figlie del nipote (di zio/a)
great grandnephews nipoti (di nonno/a) del nipote (di zio/a)

Per quanto riguarda invece fratello/sorella:

brother fratello
sister sorella
sibling fratello/sorella
brothers fratelli maschi
sisters sorelle
siblings fratelli generici o misti

 

Per quanto riguarda le generazioni passate gli Inglesi hanno trovato un sistema semplice e comodo per identificare le relazioni di parentela:

father padre
mother madre
grandfather nonno
grandmother nonna
great grandfather bisnonno (o bisavolo)
great grandmother bisnonna (o bisavola)
great great grandfather trisavolo (o trisnonno)
great great grandmother trisavola (o trisnonna)
great great great grandfather quadrisavolo (si dice così?)
great great great grandmother quadrisavola (?)
great great great great grandfather ???

... e così via

 

Per quanto riguarda il termine “cugino” esiste tutta una teoria, complicata ma razionale, che identifica esattamente ogni “tipo” di cugino ed il relativo grado.

 

Per quanto riguarda coloro che appartengono alla stessa generazione:

first cousin cugino di primo grado (figlio del fratello/sorella di un genitore) cioè colui che ha almeno un nonno in comune
second cousin cugino di secondo grado (figlio del cugino di un genitore) cioè colui che ha almeno un bisnonno in comune
third cousin cugino di terzo grado (nipote del cugino di un nonno) cioè colui che ha almeno un trisavolo in comune
fourth cousin cugino di quarto grado (pronipote del cugino di un bisnonno) cioè colui che ha almeno un quadrisavolo in comune

Per quanto riguarda coloro che non appartengono alla stessa generazione esistono tutte le combinazioni:

first cousin once removed figlio di un cugino di primo grado (che in italiano per estens. è chiamato anche nipote) oppure cugino di primo grado di un genitore = quando il nonno di uno coincide con il bisnonno dell’altro
first cousin twice removed nipote (di nonno) di un cugino di primo grado oppure il cugino di primo grado di un nonno = quando il bisnonno di uno coincide con il trisavolo dell’altro
first cousin thrice removed pronipote (di bisnonno) di un cugino di primo grado  oppure cugino di primo grado di un bisnonno = coloro che hanno un trisavolo e un quadrisavolo coincidenti
second cousin once removed figlio di un cugino di secondo grado oppure un cugino di secondo grado di un genitore oppure un nipote del cugino di un genitore oppure un figlio del cugino di un nonno
second cousin twice removed nipote (di nonno) di un cugino di secondo grado oppure un cugino di secondo grado di un nonno
second cousin thrice removed pronipote (di bisnonno) di un cugino di secondo grado oppure un cugino di secondo grado di un bisnonno
third cousin once removed figlio di un cugino di terzo grado oppure cugino di terzo grado di un genitore
third cousin twice removed nipote (di nonno) di un cugino di terzo grado oppure cugino di terzo grado di un nonno
third cousin thrice removed pronipote (di bisnonno) di un cugino di terzo grado oppure cugino di terzo grado di un bisnonno

... e così via

 

Soltanto i termini zio/a e derivati hanno una corrispondenza duale:

uncle zio
aunt zia
granduncle prozio
grandaunt prozia
great granduncle pro-prozio
great grandaunt pro-prozia

Mentre, al contrario, risulta più povera, ma sempre molto razionale e comprensibile, la gestione degli acquisiti:

brother-in-law cognato
sister-in-law cognata
father-in-law suocero
mother-in-law suocera
son’s (oppure daughter’s) father-in-law consuocero
son-in-law genero
daughter-in-law nuora

Diritto civile e diritto canonico

 

Per quanto riguarda il diritto, i rapporti di parentela sono identificati da gradi che tuttavia non hanno nulla a che fare con quanto detto finora.

Prese due persone di una famiglia si contano quante generazioni le separano dal più recente antenato comune (padre = 1, nonno = 2, bisnonno = 3, trisavolo = 4, etc.). Secondo il diritto civile il grado di parentela è pari alla somma dei due numeri ottenuti, mentre secondo il diritto canonico il grado di parentela è pari al maggiore dei due numeri.

 

Un esempio:

Daniele Melito, figlio di mio cugino Giuseppe (in inglese sarebbe first cousin once removed), ha almeno un bisnonno (=3) che coincide con mio nonno (=2) pertanto per il diritto civile abbiamo una parentela di V grado (3+2) mentre per il diritto canonico abbiamo una parentela di 3^ grado.

 

Altro esempio:

Io e Gianna abbiamo un trisavolo in comune quindi per il diritto civile siamo parenti di VIII grado mentre per il diritto canonico siamo parenti di 4^ grado, in realtà siamo cugini di terzo grado (third cousins) abbiamo cioè il 6,25% di sangue comune.

 

 

Dal punto di vista antropologico saremmo considerati, comunque, cugini (di terzo grado) incrociati e non paralleli. I cugini paralleli sono i figli di fratelli/sorelle dello stesso sesso, mentre i cugini incrociati sono figli di fratelli e sorelle di sesso opposto. Nel nostro caso i due figli del nostro trisavolo (la mia bisnonna e il bisnonno di Gianna) erano di sesso opposto, ma anche i nostri genitori (che tra loro sono cugini di secondo grado) sono di sesso opposto, quindi noi siamo doppiamente incrociati.

In alcune società tribali l’unione tra cugini paralleli di primo grado (figli di due sorelle o di due fratelli) veniva (o viene) considerata incestuosa, mentre non lo era (è) quella tra cugini incrociati di primo grado.